Piccoli Mammiferi

MEDICINA PREVENTIVA E VISITA CLINICA DEI PICCOLI MAMMIFERI

Foto Visita ConiglioPer Medicina Preventiva si intende l’esecuzione di tutte quelle pratiche mediche che permettono di ridurre ed in alcuni casi di azzerare il rischio di insorgenza di condizioni patologiche.
La prevenzione primaria agisce prima della comparsa della malattia, tende ad impedire l’esposizione ad un fattore di rischio, impedisce gli effetti dell’esposizione a quest’ultimo ed agisce sull’ambiente con azioni di bonifica.
La prevenzione secondaria agisce durante il periodo di latenza clinica della malattia attraverso un accertamento diagnostico precoce che ne consente l’evidenziazione in una fase asintomatica su un animale apparentemente sano mentre la prevenzione terziaria agisce dopo l’insorgenza della malattia con interventi tesi al recupero ed alla riabilitazione dell’animale ammalato.

Foto gruppoAvendo chiaro tutto ciò, l’idea di Medicina Preventiva che attuo si basa su visite cliniche complete almeno due volte l’anno su tutti i pazienti esotici e sempre prima di ogni vaccinazione sul furetto e sul coniglio. La visita clinica, approfondita e molto accurata, è sempre alla base di qualsiasi trattamento terapeutico o profilattico che deve avvenire solo e soltanto dopo l’esecuzione della visita stessa. coniglio testa di leone biancoSe da un lato la profilassi vaccinale appare fondamentale per alcune patologie dei piccoli mammiferi, dall’altro non si deve sottovalutare l’importanza che riveste il conoscere ed eventualmente correggere tutti quei fattori gestionali che possono aver contribuito all’instaurarsi del processo patologico. Non sono rari i casi, infatti, di patologie imputabili ad errori gestionali casalinghi.

cincillàNel corso della visita clinica saranno presi in considerazione tutti questi fattori, consigliando il proprietario su ogni aspetto pratico che riguarda anche la gestione delle parassitosi diagnosticate in seguito all’effettuazione in ambulatorio dell’esame coprologico e/o altro. Saranno anche consigliati esami del sangue qualora il caso lo richieda (es. pazienti anziani) ed ulteriori analisi diagnostiche allo scopo di giungere ad una diagnosi certa e/o suggerire i rimedi da prendere prima che i processi patologici si aggravino.

coniglio testa di leone neroLe seguenti sono alcune delle prestazioni professionali che richiedono sempre appuntamento:

  1. visite cliniche e terapie antibiotiche o antidolorifiche iniettabili;
  2. vaccinazioni per mixomatosi e malattia emorragica virale (MEV) nei lagomorfi e cimurro e rabbia nel furetto;
  3. profilassi filariosi cardio-polmonare nel furetto;
  4. sverminazioni e trattamenti antiparassitari;
  5. impianto e lettura microchip nei rettili, piccoli mammiferi e volatili;
  6. terapie antibiotiche o antidolorifiche iniettabili;
  7. prelievi per esami del sangue;
  8. degenze brevi per terapie e fleboclisi;
  9. rilascio certificato di buona salute e di vaccinazione antirabbica (nel caso del furetto) del vostro Pet;
  10. impianto sottocutaneo di ormoni per l’infertilità temporanea in volatili e piccoli mammiferi.
 
ESAMI DI LABORATORIO

Laboratorio (1)Il mio Ambulatorio Veterinario di riferimento, situato in Via Piave n. 88 a Campofranco (CL), è attrezzato per sottoporre agli esami di laboratorio tutti gli animali non convenzionali o esotici (uccelli, rettili, anfibi e pesci, piccoli mammiferi e roditori).

Coccidi appartenenti al genere Isospora

L’ambulatorio è equipaggiato con macchina contaglobuli automatica che in 2 minuti effettua un esame emocromocitometrico completo e con analizzatore biochimico VETSCAN VS2 con cui si hanno i risultati di un esame biochimico completo in soli 12 minuti. Effettuo anche esami citologici e microscopici con microscopio CARL ZEISS a LED di ultima generazione. Diagnosi parassitologiche (coccidi, parassiti intestinali, ecc..), dermatologiche, citologiche a seguito di prelievi bioptici, alterazioni della forma e del colore degli eritoriciti, leucociti e piastrine, ecc… vengono rapidamente da me interpretati.

Relativamente all’indagine parassitologica, la metodica che viene da me attuata è la MINI-FLOTAC. Si tratta di una tecnica recente, riconosciuta in ambito internazionale sia per la Medicina Umana che per quella Veterinaria, Blood tests and test tubesper la ricerca in termini qualitativi e quantitativi di uova, larve ed oocisti parassitarie senz’altro molto più affidabile rispetto alla flottazione classica. Si riesce così ad identificare agevolmente i protozoi, i nematodi, i cestodi, ecc…

Il tutto è corredato da colorazioni citologiche ed istologiche specifiche quali la DIFF-QUICK e la GRAM, con le quali riesco ad avere un quadro diagnostico approfondito del piccolo mammifero (es. Gram positivi o negativi in grande numero nelle feci, alterazioni ematologiche, ecc..) e da esami biochimici su campioni di sangue qualora il caso lo necessiti. Eventuali analisi supplementari saranno sempre proposte al cliente.

 
RADIOLOGIA

Radiografia latero-laterale coniglio

La radiologia è, per definizione, la scienza relativa alla produzione e alla interpretazione di immagini statiche e dinamiche ottenute utilizzando radiazioni di diversa natura (raggi X, raggi gamma, ultrasuoni, radiofrequenze, infrarossi, ecc.) per fornire immagini anatomiche e/o funzionali delle diverse strutture degli organismi viventi (apparati, organi, tessuti, molecole, …), per identificare le patologie e per attuare le terapie.

Sala radiologica ambulatorio Via Piave 88 Campofranco (CL)

La radiologia viene divisa in 3 branche specialistiche:

  • RADIODIAGNOSTICA;
  • RADIOTERAPIA;
  • RADIOBIOLOGIA

Nella terminologia comune, quando si parla di Radiologia si intende la Radiodiagnostica. Un’altra definizione molto utilizzata è “Diagnostica per Immagini”. Queste diverse definizioni vengono utilizzate come sinonimi.

RADIOLOGIA = RADIODIAGNOSTICA = DIAGNOSTICA PER IMMAGINI

Radiografia ventro-dorsale coniglio

La Radiologia, o Diagnostica per Immagini, è, quindi, costituita dall’insieme delle diverse tecniche che, attraverso differenti mezzi fisici ed apparecchi, permettono di esplorare “dall’esterno” le strutture corporee fornendo immagini utili per la diagnosi e il monitoraggio delle malattie.

Le indagini di Diagnostica per Immagini sono utili per emettere una diagnosi, per esprimere una prognosi e, infine, per programmare la terapia e sono utili non solo nella fase di caratterizzazione diagnostica, ma anche nel follow-up, cioè, nei controlli a distanza per monitorare l’evoluzione della malattia.

L’esame radiografico fornisce eccellenti immagini morfologiche delle strutture scheletriche ed un grande ausilio diagnostico lo fornisce, ad esempio nel campo della Medicina degli Esotici, in caso di diagnosi di blocco gastroenterico nel coniglio.

La radiografia permette di valutare rapidamente e con poco stress l’intera cavità addominale del coniglio rilevando oltre al quadro gastrointestinale anche eventuali altre malattie a carico degli altri organi (reni, vescica, linfonodi, ecc…).

Di solito l’esame radiografico è il primo esame che si esegue per diversi motivi: per eseguirlo basta un contenimento di pochi secondi; offre una panoramica di tutto l’addome; consente di avere un’idea di quanta aria è presente nell’intestino e in quale distretto è il blocco.

Qualora la radiografia dovesse evidenziare un quadro preoccupante l’esame dovrà essere ripetuto a distanza di poche ore per vedere se ci sono stati dei primi miglioramenti con la terapia instaurata.

Questo è solo uno degli esempi in cui trova applicazione la Radiologia, considerata mezzo diagnostico fondamentale per molte patologie dei conigli, furetti, cincillà, cavie, criceti, ecc…

Radiografia latero-laterale Cavia

Nella mia struttura di riferimento a Campofranco (CL) in Via Piave n 88 disponiamo di un modernissimo apparecchio radiografico in grado di fornire immagini di eccellente qualità diagnostica.

 
ECOGRAFIA

Agoaspirato ecoguidato coniglio

L’ecografia fornisce una quantità enorme di informazioni diagnostiche e allo stesso tempo risulta essere sicura, raramente richiede sedazione o anestesia e non produce radiazioni ionizzanti. Gli ultrasuoni forniscono informazioni in tempo reale per importanti processi fisiologici come la motilità cardiaca.

Ecocardiografia furetto

L’esame ecografico viene frequentemente impiegato in conigli, furetti, cavie ed altri Animali Esotici. Richiede una delicata contenzione, quasi sempre effettuata senza sedazione o anestesia (a parte alcuni cani della prateria e furetti), è indolore e viene sempre consigliata in caso di malattie cardiache.

Un’importante applicazione degli ultrasuoni è la guida dell’ago per l’aspirazione di liquidi o di masse e per prelievi bioptici. Gli aspirati possono essere estremamente diagnostici per distinguere condizioni infiammatorie o infettive da processi neoplastici.

Nel mio ambulatorio di riferimento, situato a Campofranco (CL) in Via Piave 88 disponiamo di un moderno apparecchio ecografico in grado di fornire immagini diagnostiche di elevata qualità.

CHIRURGIA

Sala chirurgica ambulatorio Via Piave 88 Campofranco (CL)

Nel mio Ambulatorio di riferimento, a Campofranco (CL) Via Piave n 88, si praticano interventi chirurgici su tutti gli animali non convenzionali o esotici (uccelli, rettili, anfibi e pesci, piccoli mammiferi e roditori).

I ferri chirurgici vengono sterilizzati singolarmente in autoclave e tutto il materiale di consumo segue le norme di sterilità in uso nelle sale chirurgiche della Medicina umana per garantire la massima igiene.

Le pratiche anestesiologiche in uso sono le più moderne con supporto dell’anestesia gassosa e dell’intubazione degli animali e vengono inoltre applicate sugli animali tutte le misure di analgesia (farmaci contro il dolore) pre, intra e post-chirurgica.

Le seguenti sono le più comuni Prestazioni chirurgiche che si effettuano e che richiedono sempre appuntamento:

  1. interventi odontoiatrici di pareggiamento denti per Conigli e Cavie da compagnia;
  2. interventi chirurgici di sterilizzazione/castrazione nei piccoli mammiferi;
  3. interventi chirurgici ai tessuti molli (es. asportazione di una massa) ed ortopedici (es. osteosintesi di fratture ossee);

Strumentazione presente in Ambulatorio, a Campofranco (CL), via Piave 88:

  • un Apparecchio Radiologico, Diafanoscopio e una Camera Oscura di sviluppo permettono di radiografare e sviluppare la lastra in soli 10 minuti;
  • Microscopio Carl Zeiss a Led per l’osservazione di vetrini allestiti e colorati sempre presso la struttura (grazie alla presenza di una centrifuga, di colorazioni citologiche rapide e di colorazioni citologiche specifiche per cui il ventaglio di possibilità di interpretazione del campione è molto ampio);
  • Ecografo per la visualizzazione degli organi addominali, per l’ecografia cardiaca, per le diagnosi di gravidanza e diagnostica della patologia degli organi interni;
  • Contaglobuli per poter eseguire l’esame del sangue nei piccoli mammiferi (conigli e furetti in primis);
  • Analizzatore biochimico VETSCAN VS2 con cui in 12 minuti si ha il risultato di un ematochimico completo;
  • Micromotori e frese chirurgiche per l’odontostomatologia dei Roditori e Lagomorfi;
  • Apparecchio di anestesia gassosa, sterilizzatrice e tavolo chirurgico attrezzato per una chirurgia sicura, moderna e microinvasiva;
  • Maschere laringee specifiche per coniglio V-GEL ® per una procedura anestetica sicura ed efficiente;
  • Otoscopio, rinoscopio ed oftalmoscopio
  • Videotoscopio
  • Apparato FILL-FLOTAC e MINI-FLOTAC per l’esecuzione di indagini parassitologiche
 
 ODONTOSTOMATOLOGIA NEI PICCOLI MAMMIFERI

Limatura denti coniglioUna delle ragioni dell’elevato numero di disturbi dentali che presentano i piccoli mammiferi è che alcuni proprietari conoscono poco le esigenze dietetiche dei loro erbivori; ciò, infatti, può portare ad una sovracrescita dentale con tutte le sue possibili conseguenze. Questo problema è aggravato dal fatto che per ogni specie (coniglio, cavia, criceto, cincillà, ecc…) è disponibile, nei negozi specializzati, una vasta gamma di alimenti. In linea di principio (e spesso contrariamente all’etichettatura) molti di questi non sono adatti quando viene somministrata una dieta completa. La varietà dei prodotti che vengono messi in commercio è di difficile scelta per un proprietario non ben informato. Limatura dentiDi conseguenza, il proprietario nutrirà spesso questi animali – più o meno a caso e in modo acritico – con qualunque prodotto che gli sembri adatto a loro e con qualunque cibo gli animali preferiscano. Questi tipi di miscele con alimenti ad alta energia spesso portano a malattie gastrointestinali, nonché la conseguente insufficiente abrasione degli incisivi e dei molari, che continuano a crescere durante tutta la vita dell’animale. Ciò inevitabilmente sfocerà in una malocclusione acquisita.

Radiografia latero-laterale cranio coniglio

Le malattie gastrointestinali tendono ad essere facilmente riconoscibili da parte del proprietario dell’animale domestico a causa di sintomi abbastanza chiari come la diarrea, il dolore addominale o la stitichezza. In contrasto, i problemi dentali possono passare inosservati dal proprietario nelle loro prime fasi di sviluppo. La maggior parte degli animali che stanno iniziando a sviluppare malocclusioni continuano a mangiare normalmente, anche se possono già essere affetti da cambiamenti dolorosi nei loro denti e mascelle.

Radiografia ventro-dorsale cranio coniglio

La loro condizione generale può apparire buona, possono essere vivaci, continuando a praticare grooming e a mostrare un interesse verso il loro ambiente, i loro proprietari o i loro conspecifici. Qualsiasi perdita di peso può non farsi notare nella fase iniziale a meno che l’animale non sia regolarmente pesato. I primi sintomi di malocclusione sono anche difficili da rilevare quando gli animali sono tenuti in un gruppo. Per esempio, nelle fasi iniziali di un disturbo dentale, molti pazienti iniziano a mangiare in modo selettivo, cioè preferiscono cibi molli ed evitano cibi più duri come il fieno. Tale comportamento può passare inosservato in gruppi di animali. Per queste ragioni, molti pazienti non si presentano per il trattamento fino quando non soffrano di malocclusioni molto avanzate o la formazione di un ascesso associato ai denti che è chiaramente visibile.

Ascesso cavia

Le radiografie evidenziano in questo caso l’entità dei cambiamenti ossei che sono già presenti, talvolta molto estesi. Il nostro scopo deve essere quello, quando possibile, di non far giungere il processo patologico fino a tal punto, intervenendo il prima possibile con il pareggiamento degli incisivi, dei premolari e dei molari e alla risoluzione di eventuali ascessi associati. E’ importante sottolineare che solo con le visite cliniche frequenti, corredate da uno studio radiografico del cranio, il veterinario si renderà conto se il consumo dei denti nel coniglio e nella cavia si sta verificando in maniera uniforme o se invece si ha la formazione di cuspidi che quanto prima dovranno essere rimosse con le frese chirurgiche. In questo caso, quindi, la prevenzione ed il controllo giocano un ruolo FONDAMENTALE.

 
MICROCHIP, ANAGRAFE CONIGLI & FURETTI

Microchip e Anagrafe Conigli (tratto da anagrafeconigli.it)

Nano microchip esoticiCos’è l’Anagrafe Conigli?
L’Anagrafe Conigli è la registrazione della popolazione cunicola collegata ai dati del proprietario.
L’identificazione degli animali avviene tramite registrazione del loro microchip.

A cosa serve?

  • A garantire la veloce restituzione dei conigli smarriti ai legittimi proprietari;
  • A conoscere la consistenza e la distribuzione della popolazione cunicola;
  • A prevenire e combattere il fenomeno dell’abbandono;
  • A riconoscere il coniglio come animale di affezione a livello legislativo nazionale garantendogli la stessa tutela di cani e gatti con assoluto divieto di macellazione.

Come funziona il microchip?
Il coniglio viene identificato con un “microchip”, che viene applicato dal Medico Veterinario per via sottocutanea, in modo rapido, innocuo e indolore.
Il microchip è contenuto in una capsula di pochi millimetri e contiene un numero di identificazione univoco, che viene rilevato mediante uno strumento denominato “lettore”.
Dopo aver applicato il microchip, il Medico Veterinario invierà all’Anagrafe Conigli il numero del microchip, i dati segnaletici del coniglio e i dati relativi al proprietario. Da questo momento il coniglio è correttamente iscritto all’Anagrafe. Al proprietario verrà consegnato un certificato di iscrizione.

E’ possibile iscrivere un coniglio non microchippato in Anagrafe?
Solo i conigli correttamente identificati con microchip possono essere iscritti all’Anagrafe Conigli.
E’ tuttavia attivo un altro progetto atto al censimento dei conigli presenti in Italia, al quale si può partecipare compilando il modulo di iscrizione.
I dati ricevuti verranno trattati per le sole finalità inerenti lo svolgimento del servizio ed in piena ottemperanza della legge sulla privacy.

Devo comunicare eventuali variazioni?
Dopo l’iscrizione all’Anagrafe Conigli è necessario segnalare i seguenti eventi, che determinano variazioni dei dati presenti in anagrafe:

  • variazione di proprietà;
  • cambio di residenza;
  • decesso del coniglio.

Quanto costa la registrazione in Anagrafe Conigli?
La registrazione è sempre gratuita.

Microchip e Anagrafe Furetti (tratto da furettomania.it)

lettore microchipIn Italia non è ancora esistente un unico sistema di registrazione informatico dei furetti presenti sul territorio. Alcune regioni registrano i furetti, altre no. Inoltre non è obbligatorio come per i cani.
Furettomania ONLUS ha da anni intrapreso una campagna di raccolta dati ai fini di sopperire a questa mancanza, raccogliendo quindi privatamente e gratuitamente i dati di tutti i furetti identificati in Italia tramite Microchip.

Il Microchip
Il microchip è un piccolo dispositivo elettronico che contiene un codice numerico che consente di identificare l’animale e viene letto con apposito lettore. Viene applicato esclusivamente dai veterinari per via sottocutanea in modo del tutto innocuo, rapido ed indolore.

Anagrafe Italiana Furetti 
Perché iscriversi?
Iscriversi è un vero è proprio atto d’amore, significa certificare e riconoscere il furetto come proprio. E’ l’unico metodo utile per identificare il furetto e risalire al proprietario in caso di abbandono, furto o smarrimento. Evitando così che al ritrovamento si possano verificare situazioni drammatiche che nella migliore delle ipotesi terminano con appropriazioni indebite. Iscrivi il tuoi furetto per dire No all’abbandono!

Come Iscriversi?

  1. Ritira presso il mio ambulatorio, situato in Via Piave n 88 a Campofranco (CL), il modulo per la registrazione del microchip;
  2. Provvederò all’inserimento del microchip ( rispondente alle norme europee ISO 11784 oppure ISO 11785-allegato A-indipendentemente dalla marca). In caso di furetto già provvisto di microchip effettuerò la lettura del codice, che registrerò sul modulo come tale;
  3. Ora basta compilare le due copie del modulo in tutte le sue parti: una parte inerente il proprietario ed il furetto ed una parte che sarà di mia competenza che, dopo aver inserito i miei dati ed applicato lo sticker originale del numero di microchip, apporrò timbro e firma.
  4. Dopo aver controllato la correttezza e completezza dei dati, ed esserti accertato che non manchi anche la tua firma come proprietario invia una copia del modulo ORIGINALE a Furettomania ONLUS – Anagrafe – Via Petrarca 12 – 21012 Cassano Magnago (Va) per la registrazione GRATUITA.  NON INVIARE RACCOMANDATE.

ASL 
Come iscriversi all’ASL della propria zona
I veterinari accreditati hanno la possibilità di registrare nel database regionale contestualmente all’inserimento del microchip stesso, oppure successivamente mediante la sola lettura.
E’ possibile anche recarsi all’ASL di competenza  e richiedere la registrazione del microchip ma ATTENZIONE: ogni ASL ha la propria prassi, è quindi bene informarsi prima dal proprio veterinario o contattando le anagrafi ASL di zona.

E’ IMPORTANTE registrare il proprio furetto sia all’Anagrafe di Furettomania (UNICA E DEDICATA SOLO AL FURETTO) che all’ASL di zona (quando è possibile, perchè non sempre lo è).
Ad oggi non tutte le ASL effettuano la registrazione dei furetti.
L’Anagrafe di Furettomania diventa QUINDI indispensabile se si vuole tutelare il proprio furetto.

Il Passaporto
E’ un documento rilasciato dall’ASL di competenza di cui deve essere dotato il furetto per consentire gli spostamenti dell’animale al di fuori del territorio nazionale. Reso obbligatorio col regolamento (CE) n. 998/2003 serve a garantire una maggiore sicurezza contro i rischi sanitari legati alla circolazione degli animali da compagnia, poiché identifica l’ animale e ne attesta lo stato sanitario.

Come fare per averlo?
Bisogna presentarsi all’ASL con il furetto già microchippato e vaccinato contro la rabbia da almeno 21 giorni, essere in possesso del libretto sanitario dell’animale che attesti la presenza del microchip e certifichi le vaccinazioni correttamente fatte con specificata la data di vaccino antirabbico e del certificato di buona salute.
Il costo del passaporto è di circa 12 euro a carico del proprietario, oltre alle spese di vaccinazione e microchip (costi variabili da regione a regione).

 
 VISITE E CONSULENZE A DOMICILIO

Visite a domicilioSono disponibile ad effettuare visite e consulenze a domicilio per tutti quei proprietari per i quali è difficoltoso portare i propri animali dal veterinario.

Talvolta, questo può essere dovuto a problemi nella gestione di tutti gli animali esotici o talvolta ci si ritrova a non avere disponibilità di tempo negli orari proposti dall’ambulatorio oppure è complicato perché ci sono più animali da portare.

Per tutto ciò che si può fare a domicilio (visite, terapie, vaccinazioni, consulenze, ecc…) sono a disposizione, ricordandovi ovviamente di mettervi in contatto con me il prima possibile se desiderate questo tipo di servizio.